2 gennaio 2012, ore 7:55 partenza per Parigi.
Arrivo all’hotel Cheyenne alle ore 11:00. Persone in coda per il check-in: almeno 100!!
Alle 11:30 finalmente abbiamo tutto l’occorrente: chiave per la camera, pass per l’ingresso ai parchi, ticket per la mezza pensione e guida ai parchi.
Dai desk degli arrivi passiamo al desk informazioni per prenotare le cene nei ristoranti del parco.
Ovviamente la prima da prenotare è sicuramente quella con le Principesse Disney…unica disponibilità: la sera stessa alle 18:30 (con le principesse o con le galline?). Accettiamo.
Nel ristorante del nostro hotel ovviamente non c’è posto per tutta la settimana e la scelta degli orari negli altri locali è veramente limitata, ma noi siamo coraggiosi e prenotiamo le altre due cene alle 21:00, praticamente all’orario di chiusura dei parchi! Col senno di poi…sarebbe stato sicuramente meglio prenotare da casa, direttamente sul sito. Occorre documentarsi un po’ sui ristoranti e sugli spettacoli e gli eventi che offrono, ma si risparmiano tempo e sbattimenti in loco.
Mentre il mammino fa code a destra e sinistra, il papy si lascia subito intortare dalle figlie ruffiane e commette l’errore di entrare nel Disney store dell’hotel e le due furbette ne escono soddisfatte con Trilly e Tiana alla mano!
Alle ore 12:00 tentiamo la fortuna e proviamo ad andare nella camera che dovrebbe essere pronta alle 15:00. Botta di c..o! è già pronta!
Ingresso hotel Cheyenne
Hotel Cheyenne
Hotel Cheyenne
Giusto il tempo di mettere ai piedi i nostri Hunter perché i nuvoloni non prospettano nulla di buono e via…a prendere la navetta che ci condurrà ai parchi

 

Hotel Cheyenne
Dopo 5 minuti scarsi di autobus, eccoci giunti all’ingresso dei parchi Disneyland e Walt Disney Studios.
Seguiamo come le pecore la ressa e ci dirigiamo verso il parco Disneyland, sormontato dal favoloso Disneyland Hotel che è anche il più lussuoso del parco.
E queste sono le prime immagini all’ingresso di un mondo che è davvero incantato. Per 4 giorni è stato un po’ come entrare nelle favole, ricordare i sogni che avevamo da bambini e realizzare quelli delle nostre cucciole.
In questo periodo dell’anno fa parecchio freddo, ma l’atmosfera è ancora più magica del solito: alberi addobbati, ghirlande dorate, fiocchi rossi, neve artificiale e luci colorate fanno respirare ancora l’aria del Natale appena passato.
avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

2 Comments

  1. avatar

    Grazie per averci descritto la tua esperienza. Mi piacerebbe molto portarci la mia tribù quando saranno tutti grandi (e SE mi farò passare la mia paura di volare…)

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: