Oggi splende il sole, ci sono 20° che fanno tanto primavera e la voglia di montare in sella alle bici per un giro al parco è tanta! e invece siamo qui barricate in casa per la scarlattina di M…la seconda…anzi la terza, se contiamo anche la volta che è toccata a N…e se contiamo anche tutti gli episodi di streptococco, forse siamo a quota 10!
Purtroppo alla scuola materna siamo tutti nella stessa situazione…quest’anno, dopo il famigerato “grande freddo” non se ne viene più fuori…grazie anche al contributo delle mamme menefreghiste (sì, lo sono!!) che portano i bambini a scuola nonostante il candelotto di catarro e la tosse che fa paura ai peggiori cani ringhiosi.
Evito altri commenti personali e guardo il lato positivo di tutti questi pomeriggi trascorsi in casa: la scoperta dei giochi nuovi…tutti quei meravigliosi giochi che abbiamo ricevuto al compleanno.
Partiamo da questo che si è impossessato del tavolo del soggiorno ormai da domenica: il Playmais
Per chi non lo conoscesse, questo gioco consiste in tanti piccoli cilindretti, prodotti con mais, acqua e coloranti alimentari, ed è quindi naturale e totalmente biodegradabile.
Con una spugnetta bagnata e un pizzico di fantasia si possono unire i componenti per creare tante forme colorate e divertenti.
Domenica mattina ci siamo lasciati coinvolgere anche io e il papy, inizialmente per spiegare alle bambine come si facesse a giocare…poi perché ci abbiamo proprio preso gusto anche noi.
Queste sono le prime creazioni:

L’impiego delle forbici facilita la definizione dei particolari di alcuni soggetti ma ovviamente la supervisione di un adulto è fondamentale.


Abbiamo pensato di fare anche un originale biglietto di auguri per la festa di compleanno a cui siamo state invitate domenica:

Queste invece sono tutte le opere d’arte che ha realizzato stamattina M mentre N era a scuola:

Sarò di parte…ma ha la stoffa per diventare un’artista!
Devo confessare che Playmais è un gioco che non avremmo preso in considerazione se non ci fosse stato regalato: pensavamo che sporcasse molto e che non fosse poi così divertente per via dei limiti di manipolazione. In realtà i limiti sono solo nella testa degli adulti, o almeno nella nostra, perché è evidente che alle nostre bambine non mancano né fantasia, né creatività, quindi le possibilità sono infinite.
E voglio anche rassicurare le maniache della pulizia: una lavata di mani e una passata di aspirapolvere  eliminano tutti i residui.
L’unica cosa che rimane è…un gradevole profumo di pop-corn per tutta la casa!
avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

6 Comments

  1. avatar

    Bellooooooooooo!!! Mi piace un sacco Playmais e credo che prenderò la palla al balzo visto che tra due mesetti Tigro compie gli anni…Anche noi dopo il grande freddo non ne usciamo più, stasera Effi sembrava di nuovo un po' sottotono, vediamo se era solo stanchezza o se sta covando qualcos'altro anche lui…bacio

  2. avatar

    Per il mio pupo è il primo anno di asilo e non avendo termini di paragone ho temuto che improvvisamente il suo sistema immunitario fosse crollato. Chiedendo in giro, alle stesse maestre o leggendo i post di molte mamme, mi sono resa conto che quest'anno è stata un po' dura per tutti. Del resto anche noi adulti ne abbiamo risentito e sul discorso dei cuccioli portati a scuola gocciolanti mi trovi daccordo con te. Il gioco è bellissimo e le creazioni delle piccole ancora di più!
    Ciao!

  3. avatar

    @Mammola: vedrai che gli piacerà un sacco questo regalo!
    @Letizia: il nostro primo anno di scuola materna è stato terribile. Eravamo anticipatarie, quindi più piccole degli altri ed esposte per la prima volta a virus e bacilli: una settimana di scuola e due di malattia…da novembre a marzo! mi dicevano tutti che con la crescita la situazione sarebbe migliorata, non voglio dire che avevano torto ma…nemmeno ragione. Forza e coraggio!

  4. avatar

    Nuuuuuuuuoooooooooooooooo! F A V O L O S O! Appena sono più grandi assolutamente glielo compro, ora son troppo piccoli e lo userebbero solo come pop corn….
    Il primo Quasigemello inizierà la materna questo settembre e sto già tremando O.O

  5. avatar

    Chiara il profumo effettivamente invita all'assaggio quindi sicuramente e' indicato per i bimbi piu' grandicelli (il produttore consiglia dai 5 anni in su). Primo anno di materna? Fagli una bella cura con immunostimolanti omeopatici da settembre a marzo!

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: