Visto che il giorno di Pasqua in teoria andrebbe passato “con chi vuoi”, abbiamo deciso di svegliarci a mezzogiorno e di saltare il tradizionale pranzo pasquale. Forse siamo stati l’unica famiglia in Italia ad avere fatto questa scelta, ma abbiamo preferito goderci quella tanto attesa giornata di sole all’aria aperta piuttosto che barricati in casa o in qualche ristorante, da cui non saremmo usciti prima delle 4 del pomeriggio.
Destinazione Lago Maggiore, precisamente Pallanza, località Verbania. D’estate il lungo lago è pieno di turisti che affollano i lidi (siamo quasi ai livelli delle spiagge di Rimini), ma in primavera è ancora tutto calmo e si può passeggiare senza sgomitare.
Abbiamo caricato in macchina le biciclette per le nostre due cicliste e ci siamo lasciati trasportare da… un vento a 40 nodi. 
Non poteva essere tutto perfetto.
UntitledUntitled
UntitledUntitled
Untitled UntitledUntitled
avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

3 Comments

  1. avatar

    anche noi, vi abbiamo fatto compagnia e abbiamo saltato il pranzo Pasquale…perchè Natale con i tuoi e Pasqua…da soli!!!Passa da me c'è una sorpresa x te…ciao

  2. avatar

    Che gentile che sei! Considerando che io mi vedo uno straccio e che ho litigato con ogni genere di attivita' sportiva da ormai anni , i complimenti fanno molto piu' che piacere!

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: