La prima grande sfida dopo le vacanze estive sarà l’ingresso delle gemelle alla scuola primaria ed è una di quelle tappe significative nella vita di un bambino un po’ come il primo dentino, i primi passi, il primo giorno di scuola materna, l’abbandono delle rotelle della bicicletta, il primo tuffo in piscina…
Non ricordo di essere uscita indenne da una sola di queste fasi. Forse dovrei un po’ preoccuparmi…
Gli elenchi delle due classi sono stati pubblicati a luglio e non abbiamo versato lacrime, infatti entrambe le twins ritroveranno alcune compagne di classe della materna ma anche tante bambine che frequentavano altre sezioni.
Ora vi mostro cosa hanno scelto le twins per il loro kit scolastico sulla base dell’elenco che abbiamo ricevuto dalla scuola:
– zaini Hello Kitty. La prima loro scelta sarebbero state le Winx ma sono riuscita a dirottarle sulla gatta evergreen. E l’ho spuntata anche sul trolley che personalmente trovo molto scomodo in caso di pioggia e neve.
– astuccio di Hello Kitty per Michelle e delle 5 befane per Nicole. Mi sono lasciata convincere dalle finiture colo turchesino. 72 scomparti con pastelli e pennarelli nell’intera gamma di colori.
– diari di Hello Kitty. Rigorosamente in tinta con gli zaini. Credo che il diario non ci servirà nemmeno in prima elementare e non credo neppure che si possa conservare per il prossimo anno…però faceva figo!
– una scatola a testa di pennarelli grossi, perchè non bastavano quelli in dotazione con l’astuccio
– 4 quaderni a righe di prima e 4 quaderni a quadretti da 1 cm. In totale sedici perché le figlie sono due e non credo che possano scambiarsi i quaderni.
– 8 e 8 = 16 copertine colorate per rivestire i quaderni. Faticaccia per trovare la copertina bianca…ma quale bambino vorrebbe una copertina bianca?
– cartelletta in cartone rigido con elastico. Sempre due. Sempre di Hello Kitty.
– sacchetto con scarpe da ginnastica. DA LASCIARE A SCUOLA. Questo significa che per l’anno scolastico dovrò comprare ben 4 paia di scarpe da ginnastica: due per andare a scuola e due da lasciare a scuola e da utilizzare due ore a settimana.
– e certamente i libri. 10, anzi 20, libri da circa 20 pagine ciascuno da rilegare e da dimenticare rigorosamente a casa. Questi però li passa ancora lo stato. Questi.
Quello che più mi ha stupita dell’elenco sono stati:
– una risma di fogli per fotocopie
– un sapone liquido
– … e la Scottex.
Probabilmente sono rimasta io nel Medioevo, quando era scontato trovare nel bagno sapone e asciugamani che venivano forniti dalla scuola stessa, ma è comunque triste vedere che la scuola italiana non ha nemmeno i fondi per pagare queste cose basilari.
Senza titoloSenza titolo
avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

1 Comment

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: