Dopo una lunga traversata di 13 ore, ieri mattina siamo finalmente sbarcati in Sardegna. Negli ultimi tre anni abbiamo sempre viaggiato in aereo. Viaggi piuttosto brevi ma ogni volta le bambine sono sempre state impazienti di scendere. Questa invece e’ stata la prima esperienza di viaggio in traghetto e le piccole l’hanno apprezzata particolarmente. Abbiamo viaggiato di notte, in cabina. La cabina e’ stata l’attrazione principale per via dei letti a castello ribaltabili. A me ricordava tanto la casa di citta’ di Renato Pozzetto nel film “il ragazzo di campagna”…piccola e concentrata!.
Inizialmente hanno gradito anche i balli di gruppo proposti di sera dall’animazione. Finche’ non sono venuti a cercare di convincerle a scendere in pista. A quel punto hanno deciso che avevano sonno e dovevamo andare in cabina.
Ovviamente nel giro di dieci minuti dormivano tutte e due. Io non ho chiuso occhio, un po’ per via del tremolio del letto, un po’ per le pareti di lamiera traballante e un po’ per i duemila acari che mi saltavano addosso dalle coperte di lana di roccia.
Indimenticabile notte. Come indimenticabili sono i soldi spesi per la pessima cena al self-service e per la colazione al bar…al ritorno: cena al sacco!
Un altro dettaglio che avevo sottovalutato erano i tempi di sbarco. Abbiamo attraccato alle 9.30 del mattino e siamo scesi dopo un’ora. Mezz’ora passata a cercare una porta aperta che conducesse al ponte 4 e mezz’ora a soffocare chiusi in auto nell’attesa che aprissero i portelloni. Sto gia’ male solo all’idea del viaggio di ritorno.
Pero’ adesso siamo qui ad Alghero, in questa splendida terra dal mare cristallino e dal sole cocente, anche quando e’ nuvoloso!

Senza titoloSenza titolo
Spiaggia La Stalla
avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

2 Comments

  1. avatar

    che ricordi dei viaggi in traghetto! anch'io tante nottate in bianco con il posto poltrona… dai al ritorno fai andare tuo marito a recuperare la macchina e tu e le ragazze scendete a piedi!…

  2. avatar

    Il marito ha detto che al ritorno scende lui a piedi ahahahaha! In realta' eravamo obbligati a scendere tutti con l'auto! Pensa un po' che compagnia sfigata!!

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: