In macchina.
N: “io quando sarò grande e avrò una figlia la chiameròAuRRRoRRRa
TMP: “sei sicura di chiamarla così? Con tutte quelle erre mosce?”
M: “io invece la chiamo Viola
N: “però devo pensare anche a un nome da maschio, perché non è detto che sarà femmina
M: “io un maschio non lo voglio. Perché i maschi fanno casino e sono più monelli
N: “…e poi quando devo andare nei negozi con i miei figli, gli faccio vedere i vestiti che vorrei comprare, così mi dicono se mi stanno bene o male. Ma se poi mi dicono che sono stanchi, io vado via subito
TPM: “e allora come farai a comprare i vestiti per te? I bambini si stancheranno subito e tu dovrai sempre mollare lì tutto perché non avrai il tempo di provarli. Proverai a nasconderli in qualche angolo del negozio, nella speranza di ritrovarli a distanza di un mese. Maforse sarà cambiata la stagione, o ti accorgerai di avere messo da parte la taglia sbagliata. Forse potrai anche rischiare di comprare il vestito senza provarlo, ma, una volta a casa, vedrai che vestirà strettoe allora dovrai ritornare al negozio a cambiarlo.
N: allora meglio portare i bambini a giocare dai nonni”
TPM: “i nonni saranno a fare un viaggio di un mese in Tibet… Forse ti converrà tenerti i vestiti vecchi…”
N: “allora no. Rimarremo nel negozio fino a quando avrò provato tutto e i bambini faranno i bravi
TMP: “questa mi sembra la soluzione migliore
N: “mamma, dove stiamo andando?
TPM: “al centro commerciale”
N/M: “……………………………………………………..

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

4 Comments

  1. avatar

    bhuauauuauaa grande!! Anche lo scenario del nascondere i vestiti nel negozio e' geniale 😀
    Che carino qui da te! Grazie di essere passata…

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: