Nei giorni scorsi ho partecipato al secondo incontro organizzato dal Comitato Genitori della scuola in collaborazione con l’associazione Icaro ce l’ha fatta ONLUS. Abbiamo parlato ancora dei rischi che i nostri figli corrono navigando in rete (il resoconto del primo incontro lo potete leggere qui), focalizzandoci sulla tutela della privacy e sul cyberbullismo.Oggi vorrei condividere con voi quanto è emerso in materia di privacy.

I risultati di una ricerca condotta nelle scuole secondarie di I grado dimostrano che i ragazzi credono che noi genitori conosciamo la rete molto meglio di loro, quindi cercano il nostro aiuto per acquisire le informazioni necessarie per navigare in sicurezza.

E’ quindi importante che anche un genitore poco preparato sull’argomento, non si crei l’alibi non-ci-capisco-nulla-di-tecnologia, ma si informi e apprenda a sua volta, al fine di evitare che i figli cerchino risposte altrove, spesso dalle fonti meno attendibili, ovvero dai coetanei.Dobbiamo accettare l’esistenza del rischio e imparare ad affrontarlo!

La prima minaccia è la violazione della privacy, quindi è necessario adottare delle contromisure per tutelarla.
Ecco 10 consigli da dare ai nostri ragazzi per proteggere i dati personali e la privacy in rete:

  1. laddove sia possibile, non utilizzare il proprio nome e cognome
  2. utilizzare un nickname
  3. non divulgare informazioni, fotografie o contenuti di altri
  4. non rivelare a nessuno le proprie password
  5. quando si riceve un messaggio, di cui non si conosce il mittente, cancellarlo immediatamente
  6. se si ricevono proposte troppo belle per essere vere, sono sicuramente false
  7. prestare attenzione a dove si clicca
  8. non accettare inviti o appuntamenti da sconosciuti
  9. lasciare che gli amici conosciuti online rimangano amici solo online
  10. se qualcuno trasmettere delle sensazioni sgradevoli, parlarne immediatamente con un adulto

Ho trovato queste informazioni interessanti e spero che possano tornare utili anche a voi.
Forse a qualcuno potranno sembreranno consigli banali, ma ricordiamoci che abbiamo a che fare con ragazzini che non sempre sanno quale sia la cosa giusta da fare.

Prossimamente approfondirò anche il tema del cyberbullismo.

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

6 Comments

  1. avatar

    Senti con il post non c'entra nulla ma sono andata a farmi un giro nello shop e mi sono innamorata della maglietta di Biancaneve. Taglia 1/2 anni non c'è vero?

  2. avatar

    Molto molto interessante, già ne parliamo in casa, ma approfitterò di questo tuo post per riaffrontare l'argomento in modo preciso… grazie ^_^

  3. avatar

    La mia bimba è ancora piccola (2 anni) e la tengo ben lontana dal pc e da tutto ciò che è tecnologico, io sono dell'idea che sia meglio giocare con i giochi classici, (e non col tablet ecc, già dalla nascita…), certo quando sarà più grande, anche lei vorrà usare il pc ecc. allora farò tesoro dei tuoi consigli e sarò sempre vigile, mi terrorizza quello che potrebbe trovare sul web!
    Grazie 🙂

  4. avatar

    hai proprio ragione…io uso internet tantissimo ma ho anche paura di quello che si può trovare…cerco di non mettere nomi e cognomi per tutelare la privacy, non metto foto di mio figlio, e anche le mie non è che amo molto mostrarmi…ad ogni modo mio figlio è ancora piccolo, da grande vedremo sicuramente questi 10 consigli sono davvero ottimi…Grazie 🙂

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: