gemelli omozigoti
settembre 2006
Ecco cosa significa essere gemelli identici, tra emozioni, stati d’animo e situazioni singolari:
  • dover continuamente spiegare che non si è dotati di poteri paranormali, tipo la telepatia, ma semplicemente, poiché si cresce insieme e si condividono le stesse esperienze, si crea una sintonia che consente di capirsi al volo
  • essere scambiati per il fratello gemello e non avere il coraggio di dire a chi vi sta parlando da un quarto d’ora, che ha sbagliato persona
  • essere scambiati per il fratello gemello, far finta di niente e dopo un quarto d’ora di conversazione, confessare con una risata di essere la persona sbagliata
  • essere oggetto del gioco “trova le differenze”: una/o ha i capelli più lunghi, l’altra/o ha un neo sul lobo dell’orecchio, una/o ha gli occhi più grandi, l’altra/o è più alta…
  • attirare i curiosi di tutto il mondo come una rara specie di ornitorinco della Tasmania
  • avere un armadio pieno di vestiti…uguali 
  • …o avere a disposizione il doppio dei vestiti (ad un compleanno ci hanno regalato ben 4 magliette dello stesso genere…molto belle e sfruttate tantissimo, ma quasi uguali)
  • impiegare un’ora per scegliere e comprare la maglietta gialla e poi indossare sempre la maglietta rossa del gemello
  • confrontarsi ogni mattina sui vestiti da indossare (uguali o diversi che siano)
  • incrociare per strada un’altra coppia di gemelli e continuare a fissarsi finché non ci si allontana (e ricordarsi che non si è gli unici!)
  • essere sempre paragonato al fratello gemello e dover sempre dimostrare qualcosa agli altri
  • sentirsi domandare “chi è il più bravo tra i due?” e sentirsi in difetto se si è appena stati ripresi dalla mamma o dal papà 
  • sentirsi dire che uno dei due è più bravo, più bello, più simpatico… dell’altro e vedere la propria autostima andare in frantumi
  • essere chiamati “i gemelli” e non essere riconosciuti come due persone distinte
  • non sentirsi mai solo e avere sempre qualcuno su cui contare, anche se mamma e papà non sono presenti
  • litigare, urlare e picchiarsi fino allo sfinimento e fare pace dopo due minuti
  • fare gli stessi errori nel compito classe, anche se si è in due classi distinte
  • provare a fare sport diversi, ma poi scoprire di avere le stesse attitudini
  • star male quando si vede il proprio gemello soffrire
  • desiderare di essere figli unici e poi cercarsi quando si è lontani
  • ridere a crepapelle senza un motivo e lasciare attonite le persone intorno
  • essere invitato a casa di un amico o a una festa e chiedere di poter portare anche il gemello
e…

  • frequentare la stessa facoltà universitaria, dividersi gli esami e sostener gli stessi per due volte (spero non lo facciano mai!)
Ve ne vengono in mente altre? Scrivetemele.

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

6 Comments

  1. avatar

    Credo che ci sia un legame speciale e forte, un amore verso qualcuno che consideriamo il nostro proseguo. Deve essere bellissimo!

  2. avatar

    I miei non SN identici. SN un maschio e una femmina. Lei in gonna lui in jeans e mi dicono ma SN identici chi èa femmina? Femmina? Ma no SN due maschi……..uff…….io dico sempre che non SN due fenomeni da Baraccone SN suldue bambini. Due fratelli nati lo stesso gGG. Uffi a volte è frustrante per noi…immagino per loro…

  3. avatar

    Molte di queste cose accomunano anche i fratelli vicini di età.
    Mio marito ha due sorelle gemelle, sono sempre state identiche fino a pochi anni fa, ora le riconosci perchè portano i capelli diversi e una ha 10 kg più dell'altra. Le frasi che scrivi se le sono sentite dire mille volte anche loro.
    Una cosa che non ho mai sopportato è quando mia suocera le vestiva uguali e ancora adesso regala loro vestiti uguali e hanno 40 anni. Ricordo che intorno ai 20 anni una delle gemelle, quella dal carattere più debole, si è opposta con tutte le sue forza al fatto che dovessero vestirsi ancora uguali, cosa che l'altra gemella invece voleva a tutti i costi. Pensa che una gemella andava male a scuola e aveva perso molti giorni a causa di una malattia, alla fine dell'anno scolastico l'avevano bocciata, era in terza media e mia suocera ha chiesto che bocciassero anche l'altra, per non dividerle. Una follia. Facendo così, e tenendo molti altri comportamenti errati le ha rovinate.

  4. avatar

    AL MARE CON ME ANNI FA' C'ERANO DUE GEMELLI IDENTICI CON UN'UNICA PATENTE DI GUIDA…
    PERO' LA MACCHINA LA PRENDEVANO UNA SERA PER UNO!
    CIAO, CRISTINA (Bs)

  5. avatar

    Bellissimo post! Mi sarebbe piaciuto avere due gemelli (i casi in famiglia ci sono, eccome!), ma immagino che crescerli, soprattutto all'inizio, sia molto difficile. Però per loro deve essere stupendo!

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: