girl to girl_ libro che risponde alle domande delle preadolescentiGirl to Girl: il libro che risponde a tutte le domande delle preadolescenti

La preadolescenza è una fase complicata per tutte le bambine e, se avete figlie gemelle, potete immaginare che non si tratterà di affrontare problemi moltiplicati per due (per tre…), bensì elevati all’ennesima potenza, quindi è necessario essere ben preparati. 

Quando le bambine entrano nella preadolescenza, iniziano a fare i conti con una serie di cambiamenti fisici ed emotivi che possono far sorgere loro un’infinità di dubbi.

Tranquilli! Questo non significa che il giorno del loro nono compleanno vorranno sapere tutti i dettagli sulla pubertà, ma che inizieranno gradualmente a fare le domande, e le richieste, tipiche dell’età.

Vi ritroverete così a dover risolvere dilemmi del tipo “quando fare i buchi alle orecchie?”, “come curare corpo e capelli?”, “qual è il reggiseno più adatto?”… e poi un giorno la questione si farà ancora più seria.

Le mie twins hanno 8 anni e mezzo e abbiamo appena superato la fase “buchi alle orecchie”. E’ un piccolo ma grande traguardo, che hanno raggiunto dopo anni di richieste che noi non abbiamo mai voluto assecondare prima dell’estate scorsa.

Abbiamo capito che era arrivato il momento giusto perché hanno iniziato ad essere più indipendenti e responsabili nella cura del loro corpo.

Con questo non voglio farvi credere che facciano due docce al giorno o che il loro primo pensiero dopo i pasti sia quello di lavarsi immediatamente i denti… utopia… ma almeno ora manifestano il  desiderio di imparare a prendersi cura di loro stesse in autonomia e, tornando ai buchi alle orecchie, non si defilano più alla sola vista di un disinfettante.

“Tieni gli orecchini di prova per almeno un mese e in questo periodo disinfetta l’orecchio davanti e dietro con un batuffolo di cotone o un cotton-fioc, due volte al giorno, con alcool o acqua ossigenata.” (Girl to Girl)

Come spazzolare i denti, come usare il collutorio e il filo interdentale, quanto shampoo occorre per lavare i capelli e come evitare che le labbra si screpolino, sono domande che ultimamente mi fanno spesso.

“Ti basta una noce di shampoo. Falla diventare schiuma con le mani e poi comincia a massaggiare i capelli. Non c’è bisogno di fare il bis!” (Girl to Girl)

Le mie bambine sanno che possono parlare con noi di qualunque argomento e non mostrano mai imbarazzo nel porci alcuna domanda. Stanno per entrare nella preadolescenza e in questa fase iniziale i primi dubbi si risolvono facilmente e senza troppi pensieri da parte nostra.

In futuro ci saranno sicuramente dubbi più importanti ma spero che il dialogo non venga mai a mancare, anche se non sono sicura di avere pronte tutte le risposte (ma in fondo chi le ha?).

Negli ultimi giorni ho letto un libro che mi è piaciuto molto e che ritengo possa essere un utile strumento per aiutare le bambine ad affrontare al meglio le fasi della preadolescenza e i relativi dubbi.

Si intitola “Girl to Girl”, è stato scritto da Sarah O’Leary Burningham, esperta di problemi dell’adolescenza, ed è il primo titolo della collana Strettamente Personale di Giunti Editore.

E’ una sorta di chiacchiera tra ragazze: riporta le domande più comuni e le testimonianze di chi ci è già passata.

La lettura è indicata per le bambine a partire dai 10 anni d’età ma nei primi capitoli vengono trattate alcune fasi che possono riguardare anche le più piccole.

Il prossimo step sarà quindi leggere “Girl to Girl” insieme alle mie twins che hanno già mostrato interesse verso il libro, andando a sfogliare qualche pagina. Sono curiosa di vedere le prime impressioni e reazioni…vi farò sapere!

Libro girl to girl

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

4 Comments

  1. avatar

    Da mamma di una bambina temo il momento in cui anche lei inizierà a domandarmi seriamente dei buchi alle orecchie: pare che ormai non si sfugga da questa fase, anche per effetto delle compagne e amichette che inizieranno presto a sfoggiare orecchini.
    Mi sono fatta fare i buchi da adolescente (contro il parere di mia madre che si è opposta fermamente finché ha potuto) e non ne ho affatto un bel ricordo perché già l'operazione di “sparo” degli orecchini in oreficeria fece abbastanza male ma ancor di più l'infezione che ne seguì a breve. Mi ci volle tanta ostinazione che non posso immaginare da una bimba di sette-otto anni. Ho scoperto presto di essere allergica e riesco a mettermi solo orecchini in oro, gli altri (anche se “anallergici”) se provo a metterli mi provocano in fretta dolore e se li tengo su mi fanno reazione.
    Sinceramente con mia figlia spero di riuscire a ritardare il fatidico momento degli orecchini e dei buchi il più possibile, meglio ancora se vi rinunciasse proprio.

  2. avatar

    Da mamma di una bambina temo il momento in cui anche lei inizierà a domandarmi seriamente dei buchi alle orecchie: pare che ormai non si sfugga da questa fase, anche per effetto delle compagne e amichette che inizieranno presto a sfoggiare orecchini.
    Mi sono fatta fare i buchi da adolescente (contro il parere di mia madre che si è opposta fermamente finché ha potuto) e non ne ho affatto un bel ricordo perché già l'operazione di “sparo” degli orecchini in oreficeria fece abbastanza male ma ancor di più l'infezione che ne seguì a breve. Mi ci volle tanta ostinazione che non posso immaginare da una bimba di sette-otto anni. Ho scoperto presto di essere allergica e riesco a mettermi solo orecchini in oro, gli altri (anche se “anallergici”) se provo a metterli mi provocano in fretta dolore e se li tengo su mi fanno reazione.
    Sinceramente con mia figlia spero di riuscire a ritardare il fatidico momento degli orecchini e dei buchi il più possibile, meglio ancora se vi rinunciasse proprio.

  3. avatar

    Con gli strumenti moderni praticamente non si sente quasi nulla… però c'è una maggiore attenzione e sensibilizzazione sulle cure e la disinfezione da fare a casa.
    Comunque credo che i buchi alle orecchie siano solo l'inizio di una strada tutta in salita…

  4. avatar

    Con gli strumenti moderni praticamente non si sente quasi nulla… però c'è una maggiore attenzione e sensibilizzazione sulle cure e la disinfezione da fare a casa.
    Comunque credo che i buchi alle orecchie siano solo l'inizio di una strada tutta in salita…

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: