se fai due gemelli ti togli il pensiero

Se fai due gemelli, ti togli il pensiero. Ma anche no.

Come sapete ho una raccolta delle domande e delle affermazioni assurde che la gente fa sui gemelli e che sta diventando sempre più lunga grazie ai vostri racconti. Oggi però vorrei soffermarmi su un commento piuttosto ricorrente che non inserirei nella categoria degli assurdi ma è degno di nota.

Qualche giorno fa ero in un negozio con le mie gemelle che, con il loro doppio via vai dal camerino, hanno confuso le idee della commessa…

“signora, che taglie le servono dei leggings?”
“10 anni per entrambe”
“ah, ma sono alte uguali! Quanto hanno di differenza?”
“1 minuto”
“ah ecco! Mi sembrava che si somigliassero molto! Sono gemelle?”
“(vedi un po’!) Sì sono gemelle”
“beh, meglio! Così si è tolta il pensiero!”

Confesso che quel si è tolta il pensiero mi è andato un po’ di traverso come l’olio di ricino, perché non accetto che un perfetto estraneo dica la sua senza conoscere la situazione famigliare, il percorso o il punto di vista di chi gli sta di fronte.

Non è che uno fa due o più figli in una volta per togliersi il pensiero… E poi se io avessi avuto altri figli più grandi o più piccoli delle gemelle? O se volessi metter su una quadra di calcio?

La verità è che la gemellitudine è un’esperienza meravigliosa ma non ti permette di godere appieno delle fasi della maternità.

In molti casi, compreso il mio, il percorso si presenta tortuoso fin dall’inizio, con una gravidanza considerata a rischio, che deve essere monitorata costantemente e che, tra le eco, i prelievi e qualche mese tra divano e letto, ti lascia giusto il tempo per rimediare i corredini per i primi giorni di vita dei gemelli.

Parto e post-parto possono essere dolorosi sia dal punto di vista fisico che da quello emotivo e tra poppate interminabili e aggiunte di latte artificiale salva-sonno, i primi mesi volano veloci senza premere il tasto avanti sul telecomando.

Il prezzo da pagare per la doppia dose di amore che si riceve dai gemelli, è il gran lavoro che bisogna fare prima di tutto su se stesse, rivedendo la propria vita, mettendo temporaneamente da parte le proprie esigenze per riuscire a pianificare ogni ora della giornata senza lasciare nulla al caso.

Per sopravvivere è fondamentale stabilire una rigida routine che di poetico ha ben poco ed è molto distante dall’idea di maternità che ci si era costruite nei sogni di bambina.

Ci si sveglia una mattina e ci si domanda quand’è che sono diventati così meravigliosamente grandi ed è proprio allora che ti accorgi che il famoso pensiero non te lo sei tolto per niente.

La nostalgia della grandiosa e fugace esperienza vissuta si trasforma nel desiderio di un’altra maternità, che abbia dei tempi e dei ritmi diversi, e in cui si possa godere di ogni attimo per quello che è, senza pensare a ciò che si dovrà (ri)fare subito dopo.

In desiderio di recuperare del tempo che è come se ti fosse strato sottratto perché è passato troppo velocemente, di prendere in braccio tuo figlio al primo accenno di pianto, di osservarlo mentre di notte ti dorme accanto, di stare a sentire il suo respiro sul tuo petto per altri dieci minuti dopo averlo allattato e anche di viziarlo un po’.

Puoi essere brava e organizzata quanto vuoi ma inevitabilmente la gemellitudine ti priverà di qualcosa. Se da una parte ti regala un miracolo, dall’altra ti toglie quella normalità che ogni mamma vorrebbe vivere.

No, signora. Se fai due gemelli non ti togli il pensiero

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK

GRUPPO GEMELLITUDINE SU FACEBOOK

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

24 Comments

  1. avatar

    Non sono mamma di gemelli (anche se la seconda doveva esserlo ma poi una non è andata avanti) ma è comunque una cosa che ho sempre pensato quando sentivo dire questa frase ad altri. Pensa che io sono sicura di volere il terzo figlio, ma voglio aspettare a posta che quelli che ho già siano grandi così da potermelo godere pienamente e con calma 🙂
    … Poi magari mi vengono gemelli e addio piani 😛

    • avatar

      Silvia, i gemelli sono un miracolo, un’esperienza che augurerei ad ogni donna. Tanto ti tolgono, tanto ti danno.

  2. avatar

    Essere mamma di gemelli è come vivere tutto all’ennesima potenza, le gioie ma anche la fatica e lo scoraggiamento!

  3. avatar
    Margherita Reply

    Sono mamma di 2 gemelli di 3 mesi… E vi posso garantire che è la cosa più bella che mi potesse mai capitare.. È vero è faticoso stancante .. Ma allo stesso tempo si riceve doppio amore e doppie emozioni.. I love You Ciro e Francesco i

  4. avatar

    Eccomi…. anche io da brava bis mamma condivido in pieno! I miei di 3 anni per di più sono maschio e femmina quindi i commenti “ha fatto la coppia così nn ci pensa più ” si scatenano ogni santo giorno!! Ma che ne sanno loro, di che fatica enorme nn riuscire neanche a grattarsi il naso se si esce da sole con tutte e due x mano?? Si è vero che l’amore è infinitamente doppio. … ma che gran fatica! La gente parla davvero a vanvera! E cmq anche io farei il terzo…. x quel gusto di godermelo tutto ☺

  5. avatar

    Sono Claudia, mamma di Elena e Gabriele, gemelli di 4 anni, nati dopo anni di pma… E poi a sei mesi dal parto ho scoperto ( contro ogni pronostico) di aspettare Mia… Sono passata dal: “Ti sei tolta il pensiero” alla domanda: “Ma é stato un errore?” E no, non ci sto! Mia non é stata un errore! Mia é il mio premio per faticato tanto per diventare mamma! La gente mi guarda come se fossi un’aliena, mi chiedono se.sono stanca se sia faticoso, alcuni mi fermano per sapere se sono tutti miei, e dopo due secondi commentano: Ahhh no! Io sarei giá esaurita, il mio fa per tre!
    Invece io sono felice, felice perché so cos’è la paura di non diventare mamma, loro tre sono i miei tesori!

  6. avatar

    Sono mamma di due gemelli… Io effettivamente penso di essermi tolta il pensiero… 🙂 … Nel senso ognuno dalla vita spera di avere fortuna … Ecco io con la loro nascita mi sento di aver vinto il massimo. Mi sono tolta il pensiero di aspettarmi qualcosa di più perchè “il qualcosa in più ” è già con me a casa mia!

  7. avatar

    brava Laura, bel post sincero il tuo! Ti togli il pensiero ma anche no….:-) come per tutte le cose ci sono vantaggi e svantaggi.

  8. avatar

    Quoto tutto ciò che hai scritto.i miei gemelli compiranno 8 anni fra una settimana e la sensazione che il tempo mi sia letteralmente sfuggito dalle mani è forte.Mi son sempre considerata fortunatissima ad averli:vederli crescere ed assistere, incredula, a quel rapporto così unico che li lega è un’esperienza unica…che davvero rifarei.li vorrei di nuovo piccoli e profumati di bebè…così meravigliosamente cuccioli…Eh si,anche io ne avrei voluto un altro,ma mio marito non era d accordo..
    E ora che son così grandi l idea di riprendere tutto da capo mi spaventa.anche se il desiderio c è sempre e loro vorrebbero tanto un fratellino/sorellina

    • avatar

      Le mie ne hanno 9 e anche loro vorrebbero tanto un fratellino o una sorellina…ma qualcuno qui fa orecchie da mercante 😉

  9. avatar

    Ciao a tutte mamme! Confermo pienamente ciò che descrive questa mamma nell’articolo e come a me sarà capitato anche ad altre di ricevere la frase ” ti sei tolta il pensiero”. Devo dire che anche a me la cosa dà fastidio perché è tutto vero il tempo vola e le mie gemelle hanno già due anni e avrei voluto godermele ancora di più ma tra tutti gli impegni e regole per organizzarmi le giornate è passato tutto velocemente. Mi piacerebbe un altro bimbo o bimba che sia, per poter capire realmente cosa significa viversi momenti ” singoli” con lui o lei…le persone parlano ma non sanno il vero significato…a volte mi è capitato di pinagere per il fatto che sia successo tutto così in fretta e come una magia me le ritrovo già grandi…un bacio e buona fortuna a tutte le mamme come me.

  10. avatar

    Pensa che nella mia totale ignoranza dell’argomento, era quello che pensavo io quando cercavo il primo figlio. Dicevo: se fossero gemelli, che meraviglia, tutto in un colpo solo… i primi anni scleri un po’ ma dopo vuoi mettere???

    Insomma è finita che ho avuto due figli a distanza di 7 anni l’uno dall’altro che è quanto di più lontano ci possa essere dalla gemellitudine………… ed è andata benissimo così!

    • avatar

      Ebbene sì… confesso di avere fatto anch’io lo stesso pensiero prima di aspettare le gemelle, anche se non lo davo per scontato…così come non è scontato il contrario: non tutte le bi-mamme desiderano un altro figlio dopo i gemelli

  11. avatar

    Assolutamente d’accordo con te. Ho solo un bimbo al momento ma credo sia abbastanza impegnativo avere un parto gemellare. Brava super mamma!!!

  12. avatar

    Quanto sono veri e sinceri i tuoi post Laura…ti leggo così volentieri, perché da bismamma di due bimbe di 20 mesi nell tue parole rivivo a pieno i miei pensieri e i miei stati d’animo ❤️

  13. avatar

    Buonasera, anche io sono madre felicissima di due gemelli maschi di sei anni..ed aspetto una bambina! Mi ha sempre urtato la frase del “ti sei tolta il pensiero”! Infatti ho sempre risposto che io il pensiero non me lo ero affatto tolto! Anzi, ultimamente mi era stato chiesto: ma tu hai finito?! No! Non voglio aver finito! Così avevo risposto e due mesi dopo il Signore mi ha benedetto con questo immenso dono…condivido ogni parola di questo bellissimo articolo, e adesso a chi mi chiede, con gli occhi sbarrati: ma mica sono altri due??!! io rispondo che anche se fossero stati due, non avrei avuto alcun problema a crescerli come ho fatto in precedenza, completamente da sola..il bello è che lo chiedono come se dovessero essere loro a crescerli! Un abbraccio fortissimo!

    • avatar

      Sono felice per voi. Ma evidentemente la felicità non è per tutti e chi non la conosce deve trovare per forza qualcosa da dire per sminuire quella degli altri. Voi godetevi la vostra e non curatevi delle chiacchiere degli altri. Un abbraccio

  14. avatar

    La frase sarà pur brutta ma non credo che venga detta per dare questa sensazione , tanto meno da una commessa dove sta acquistando dei prodotti. Al contrario , Questo post io lo leggo sminuitivo verso chi gemelli non ne ha avuti , quasi frustrata da una vita da wonder woman.
    Le mamme son tutte wonder woman.
    Concludo e buona vita!

    • avatar

      Voglio ben sperare che la frase non sia stata detta con l’intenzione di ferire, ma questo non toglie che a me abbia scatenato qualcosa dentro.
      L’obiettivo del post non era certo sminuire le altre mamme (non mi sembra di avere puntato il dito verso nessuna) ma era uno sfogo personale sul desiderio di un altro figlio e di vivere la maternità come tutte le altre donne.
      Posso averne il diritto o devo chiedere il permesso a chi non ha avuto gemelli?

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: