museo bagatti valsecchi coi bambini

Visitare il Museo Bagatti Valsecchi

Il Museo Bagatti Valsecchi è una casa museo che sorge proprio nel cuore di Milano, al centro del quadrilatero della moda.

Era l’abitazione della famiglia Bagatti Valsecchi che a fine ‘800 venne ristrutturata dai fratelli Fausto e Giuseppe. I due baroni si ispirarono ai palazzi signorili del ‘500 lombardo e la decorarono e arredarono con opere d’arte del Rinascimento, tra cui importanti tavole di autori come Giovanni Bellini, Bernardo Zenale e Il Giampietrino.

Un tempo al piano terra si trovavano gli ambienti di servizio, come la cucina, la scuderia e la selleria, mentre al primo piano c’erano gli appartamenti dei due fratelli che avevano in comune il Salone, la Galleria delle Armi, la Galleria della Cupola e la Sala da Pranzo.

La casa è stata abitata dagli eredi di Fausto e Giuseppe fino al 1974, quando uno dei figli di Giuseppe decise di creare la Fondazione Bagatti Valsecchi alla quale donò il patrimonio delle opere d’arte dei suoi avi.

Il Museo Bagatti Valsecchi è stato aperto al pubblico per la prima volta nel 1994.

… Non si è voluto fare un museo o una collezione, ma bensì la ricostruzione di un’abitazione signorile della metà circa del Cinquecento donde trovasi oggetti del XV e del XVI secolo dei generi più svariati: quadri, arazzi, tappeti, mobili, armi, ceramiche, bronzi, vetri, gioielli, ferri, utensili domestici di ogni qualità raccolti con studio accurato e restituiti al loro uso originario.

Giuseppe Bagatti Valsecchi

 

 

Come visitare il Museo Bagatti Valsecchi

Sono stata al Museo Bagatti Valsecchi per scoprire le possibilità didattiche che il museo offre alle famiglie e spero di darvi qualche info utile per visitarlo coi bambini.

Le stanze del Museo sono volutamente prive di didascalie per preservare la dimensione “casa” allo stato originale.

Le visite possono essere fatte in autonomia con il supporto delle audioguide gratuite (disponibili in italiano, inglese, cinese, francese, giapponese, tedesco, russo), di schede didattiche e di un’app.

L’app, pensata per fare una visita virtuale con approfondimenti delle opere delle stanze del piano nobile, è gratuita e disponibile in diverse lingue e per non udenti.

I gruppi possono prenotare visite guidate in italiano, francese, inglese o tedesco. L’unico limite è che non possono essere composti da più di 25 partecipanti perché, fatta eccezione del salone, gli ambienti non sono molto ampi.

Per visitare il museo in modo divertente e originale si può utilizzare il Silent Book: una guida alternativa priva di testo, che accompagna i visitatori alla scoperta delle bellezze del museo attraverso la ricerca degli oggetti e dei particolari riportati sulle pagine del libricino. Un modo coinvolgente per imparare mettendo alla prova l’attenzione sia degli di adulti che dei bambini.

Silent Book museo bagatti valsecchi

 

 

Visitare il Museo Bagatti Valsecchi coi bambini

Essendo una casa museo, si presta a diverse esperienze didattiche, ed è particolarmente adatto alle famiglie con bambini e alle scolaresche.

Il Museo Bagatti Valsecchi aderisce al progetto Il Mio Amico Museo, un’iniziativa a cura del Museo Diocesano di Milano, che prevede una serie di appuntamenti dedicati ai bambini presso i musei milanesi.

I musei aderenti propongono ai più piccoli degli incontri, che consentano loro di scoprire le bellezze di ogni museo attraverso laboratori e attività ludiche in gruppo.

L’anno scorso abbiamo partecipato con le twins a due laboratori, uno presso il Museo del Novecento e uno alla Triennale: due esperienze interessanti e coinvolgenti sia per le bambine che per noi adulti.

Il Museo Bagatti Valsecchi partecipa al progetto con una caccia al tesoro programmata per il 18 e il 19 marzo: i bambini dovranno cercare gli indizi tra gli arredi, i quadri e gli oggetti del museo per completare il percorso collaborando tra loro e utilizzando la capacità di osservazione.

Come le altre case museo di Milano, anche il Bagatti Valsecchi propone l’iniziativa “piccoli collezionisti e grandi collezioni” che si rivolge alle famiglie con bambini tra i 5 e gli 11 anni: acquistando la Casemuseocard si ha diritto a un ingresso nelle 4 case museo Poldi Pezzoli, Villa Necchi, Bagatti Valsecchi e Boschi di Stefano.

Con la case museo card si riceve in omaggio una mappa gioco interattiva che guida i bambini e i loro genitori alla scoperta delle collezioni delle case museo. Risolvendo di volta in volta un cruciverba, verrà consegnata una cornice magnetica e, a conclusione del percorso nei 4 musei, è prevista una sorpresa finale.

Durante tutto l’anno il museo Bagatti Valsecchi propone svariati laboratori a cui i bambini possono partecipare a conclusione della visita guidata. Si tratta di laboratori a tema da prenotare anticipatamente e la cui programmazione è disponibile sul sito.

Gli appuntamenti fissi da non perdere al Bagatti Valsecchi sono le visite guidate al buio organizzate per Halloween, alla scoperta delle collezioni più tenebrose, e le favole al museo nel mese di dicembre, che prendono vita nelle sale rinascimentali per scoprire i valori dell’amicizia, della fedeltà e della generosità.

 

Percorsi didattici per le scuole.

Le scolaresche possono visitare il museo in autonomia ma, su richiesta e previa prenotazione, bambini e ragazzi possono essere accompagnati nelle visite guidate dagli storici dell’arte formati dal servizio didattico del museo.

I percorsi, dalla caccia al tesoro alla storia delle armi collezionate dai due fratelli Bagatti Valsecchi, sono pensati per soddisfare le necessità didattiche e per destare la curiosità e l’interesse  degli studenti di ogni fascia d’età. Rimane chiaramente il limite di 25 partecipanti per gruppo.

Gli ambienti che ho trovato più curiosi sono il Cabinet, un guardaroba moderno con ante e cassetti che custodiscono fotografie e oggetti di vita quotidiana, e il salotto di Carolina Borromeo, moglie di Giuseppe, dove vigeva una regola che, in caso di dubbi, era leggibile sopra al camino: “niente pettegolezzi” 😉

Altre info utili:

Il Museo Bagatti Valsecchi è aperto dal martedì alla domenica dalle 13:00 alle 17:45
Biglietto intero adulti: € 9,00
Biglietto ridotto: € 6,00 (universitari, over 65 e ingressi di mercoledì)
Biglietto bambini e ragazzi 6-18 anni: € 2,00
Bambini fino a 5 anni compresi e accompagnatori di persone con disabilità: gratis

Il primo piano del museo è accessibile anche con ascensore.

Per altre info potete visitare il sito ufficiale museobagattivalsecchi.org

 

(photo by ©The Pocket Mama – tutti i diritti riservati)

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK

 

 

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

1 Comment

  1. avatar

    Ciao Laura, ho letto con piacere il tuo articolo perché il Museo Bagatti Valsecchi è davvero molto bello e, a mio avviso, meritevole di maggiore considerazione data l’attenzione che riserva alle famiglie. Grazie anche per gli spunti relativi a tutte le attività che realizzano gli altri musei di Milano. A presto, Marta

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: