familcare app per proteggere i figli e i nonni

Famil.care è la nuova app che ci aiuta a proteggere i figli e i nonni

Non vi sentite come un sandwich, schiacciati, quando tra i mille impegni lavorativi, dovete trovare il tempo e il modo per proteggere i figli e anche i nonni?

Siamo 15 milioni di persone, soprattuto donne, a doverci preoccupare della sicurezza dei nostri figli preadolescenti e adolescenti, soprattutto quando sono fuori casa senza di noi o quando navigano in rete.

Dall’altra parte ci sono i nostri genitori, che con l’avanzare dell’età iniziano ad avere bisogno del nostro supporto, anche se spesso non vogliono ammetterlo.

Insomma noi ci troviamo nel mezzo, con mille preoccupazioni, pochissimo tempo a disposizione e in attesa del dono dell’ubiquità.

Famil.care viene in nostro aiuto.

Famil.care è un’app pensata per aiutare tutti noi della sandwich generation a proteggere i figli e i nonni anche a distanza, accompagnandoli nella quotidianità e fornendo loro assistenza in caso di emergenza.

E’ una vera e propria piattaforma digitale, personalizzabile in base alle esigenze di ogni famiglia.

E’ disponibile in due versioni: una per i junior e una per i senior, da installare sullo smartphone del care giver (colui che si prende cura delle persone care, noi insomma) e del figlio o del nonno che si vuole assistere.

Famil.care Junior per proteggere i figli

Se da una parte lo Smartphone rappresenta una sicurezza per noi genitori, perché ci consente di mantenere un contatto con i figli quando sono fuori casa, dall’altra può rappresentare un pericolo, perché sono spesso connessi alla rete.

I nostri figli crescono e hanno sempre più esigenze e il desiderio di maggiore libertà. Noi invece non ci sentiamo tranquilli nemmeno durante il loro tragitto da casa a scuola e viceversa, figuriamoci durante uno stage estivo lontani da casa – eh sì, quest’anno mi toccherà una settimana di vacansia (vacanza con ansia senza figlie) –

Famil.care ci restituisce un po’ di serenità, perché sappiamo che in caso di emergenza i nostri figli possono inviare una richiesta di soccorso a noi o agli altri contatti selezionati.

Inoltre, nel caso in cui il junior uscisse dalla zona territoriale sicura e predefinita, Famil.care invierebbe una segnalazione prima a lui poi a noi genitori, consentendoci di intervenire tempestivamente.

Tra i servizi previsti da Famil.care c’è anche: la funzione vivavoce, che permette di attivare l’altoparlante dello smartphone nel caso in cui il junior non rispondesse al telefono; la richiesta rapida “vieni a prendermi” con la segnalazione al genitore del luogo e dell’ora;  l’avviso, prima al junior poi al care giver, di superamento del limite di velocità in motorino; l’eccessivo utilizzo dello smartphone per i videogiochi o il consumo di GB; i messaggi vocali con la voce del care giver per ricordare appuntamenti, impegni o altro.

Famil.care è un buono strumento per proteggere i figli ma anche per educarli a un utilizzo consapevole e responsabile dello smartphone, perché imparano ad autogestirsi senza troppi divieti da parte di noi genitori.

Inoltre, grazie a uno speciale bottone di emergenza aggiuntivo, che può essere portato al collo o pinzato ai vestiti, i ragazzi possono sentirsi più sicuri e protetti dal bullismo.

 

Famil.care Senior per proteggere i nonni

Famil.care ci aiuta a proteggere i figli ma anche i nostri genitori.

La versione senior ha l’interfaccia dello smartphone semplificata e molto intuitiva e si avvia automaticamente senza bisogno di cercare l’app.

Naturalmente, i nonni che non lo abbiano ancora fatto, devono essere disposti a mettere nel cassetto il vecchio cellulare e fare il passaggio allo smartphone. Non è necessario uno smartphone ultra sofisticato, anche perché l’app può essere installata sui modelli meno recenti.

Alcune opzioni sono in comune alla versione junior, come i messaggi vocali per ricordare gli appuntamenti, il vivavoce nel caso in cui il senior non rispondesse al telefono o la segnalazione della posizione fuori dalle aree sicure.

Tra i servizi principali c’è inoltre un facile accesso a una rubrica telefonica sempre aggiornata, una miglior segnalazione del livello di carica della batteria e alcuni avvisi che possono essere inoltrati al care giver in modo più immediato grazie al bottone di emergenza opzionale.

Il bottone consente infatti di inviare una richiesta di soccorso ai contatti selezionati senza dover toccare il telefono, inoltre avvisa automaticamente il care giver della caduta accidentale del senior.

Dove acquistare Famil.care

Prendersi cura dei propri cari dovrebbe essere una scelta emozionale, priva quindi di implicazioni economiche.

Seguendo questa filosofia, Famil.care è stata messa in commercio ad un canone mensile di € 5,99 per il primo user, compreso il bottone di emergenza, e a € 4,99 senza bottone. Al canone va aggiunto un costo una tantum di € 9,91 per il set-up, che può essere fatto anche con l’aiuto del call center dedicato.

Pagando anticipatamente il pacchetto di un anno intero, viene accordato uno sconto del 15% circa. Inoltre ad ogni nuova attivazione da parte dello stesso care giver il canone si riduce.

L’app è  già disponibile per dispositivi Android, a breve anche per iOS.

Può essere acquistata sul sito Famil.care.it con il piano preferito, oppure nelle farmacie, dove potete trovare il kit comprensivo di bottone di emergenza e due mesi abbonamento.

 

registrati su website

 

Famil.care mi sembra un buon servizio per proteggere i figli e i nonni, ma anche per salvaguardare l’autonomia e l’indipendenza di tutta la famiglia, pur rimanendo sempre in contatto.

Voi cosa ne pensate dell’app? Quali sono le vostre necessità in famiglia?

prendersi cura delle persone care con familcare

 

(Articolo realizzato in collaborazione con Famil.care)

 

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK

 

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: