noi facciamo la nanna

Noi facciamo la nanna: i nostri indispensabili

La prima domanda che tutti mi fanno quando vedono la polpettina è:

“È brava, DORME?”

Effettivamente anche io sono sempre stata molto interessata al sonno dei bimbi delle mie amiche neomamme e, nonostante sia passato un po’ di tempo, ho tempestato di domande anche Laura per sapere cosa facevano le Twins.

E questo perché per me il sonno la notte è di vitale importanza!
So che starete pensando “e per chi non lo è?” ma vi assicuro che per me non dormire la notte sarebbe stato devastante.

Credo che mia figlia l’abbia capito subito o forse anche nel suo DNA c’è il gene del sonno profondo durante la notte perché, devo dire la verità, da quando è nata le notti perse si contano veramente sulle dita di una mano.

Sentendo racconti di amiche sfinite dalle notti in bianco ho sempre ripetuto alla mia piccola che di notte si dorme. E lei deve averlo recepito molto bene! 😉

Fino ai tre mesi la polpettina dormiva in continuazione giorno e notte e dormiva ovunque si trovasse.

Pur essendo allattata esclusivamente al seno, fin dai primi giorni ha sempre tirato almeno quattro ore di giorno, di notte anche 6/7 ore. Crescendo bene ed essendo bella grossa non avevo la necessità di svegliarla… quindi dormivamo alla grande!

Dopo i tre mesi, quando ha iniziato a conoscere il mondo ed essere curiosissima le sue abitudini sono cambiate.

Com’è la nanna oggi?

Ora che ha appena compiuto i sei mesi la sera e la notte per noi continuano a non essere un problema, si addormenta praticamente da sola nel suo lettino verso le 21 e dorme almeno fino alle 8.30.

A volte si sveglia ancora una volta per farsi una bella ciucciatina ma vi assicuro che nel giro di massimo un quarto d’ora ognuna è nel suo letto a dormire. E per questo so che molte mamme staranno pensando ok, basta, non hai diritto di dire più nulla.

Il problema arriva però di giorno, perché di dormire proprio non ne vuole sapere… arriva stremata e nervosa e, per farla riposare, io devo perdere ogni volta dieci anni di vita per calmarla e farla addormentare. A meno che non la metta in macchina… ma capite bene che non è sempre possibile e soprattutto sono contraria a farla abituare in questo modo!

Quindi la devo prendere in braccio e dopo una lotta greco romana riesco a placarla.  Parte quindi con la sua cantilena pre-sonno (qualcuna di voi sa di che cosa sto parlando?!) e poi crolla!

Ho dovuto affinare una tecnica ben precisa per riuscire a metterla giù, facendo attenzione a non sbagliare i tempi (non troppo addormentata ma nemmeno troppo sveglia) ed i movimenti… et voilà il gioco è fatto!!

Peccato che la polpetta abbia la capacità di ricaricarsi molto velocemente, quindi i suoi sono micro sonni di circa venti minuti!

Le giornate con lei sono molto intense, bisogna sempre uscire di casa e farle vedere tante cose nuove. Direi quindi che mi merito un po’ di riposo di notte.

Se ci sarà una prossima volta, mi dovrò ricordare di dire ” di notte si dorme, ma anche di giorno qualche riposino lo si può fare!”

I nostri indispensabili per fare la nanna

Diletta ha ormai un suo rituale della nanna e ha bisogno di avere i suoi riferimenti e i suoi oggetti transizionali che possano rassicurarla.

Questi sono i nostri indispensabili, ovvero tutto ciò che non che non deve mancare per fare la nanna:

  • Culla next to me. Noi abbiamo quella di Chicco. Ci troviamo benissimo, la usiamo sia attaccata al lettone che accanto ma chiusa – dipende dal grado di mammosità del momento –  Vista la grandezza della polpettina tra poco dovremo però passare ad un lettino più ampio.
  • Sacco nanna. Abbiamo sempre usato quelli di Noukie’s. Ci sono diversi “pesi” a seconda delle stagioni. Ora siamo al mare e a giugno la sera è più fresco che in città quindi stiamo ancora usando il sacco nanna primaverile. E’ pratico, morbido e ampio. Lei è libera di muoversi e stare comoda, io sto tranquilla perché è sempre coperta.
  • Pupazzetti doudou. Anche in questo caso abbiamo preso quelli di Noukie’s, prima di tutto perché siamo femminucce e ci piace poterli avere abbinati al sacco nanna e alla linea di pigiami e poi perché, avendoli sempre in faccia (altro suo rituale per la nanna), ho cercato un marchio che usa materiali sicuri e morbidissimi!
  • Chicco Rainbow Cube. Ce lo ha regalato la zia Laura e Diletta lo adora. Lo abbiamo sempre accesso, è il nostro rituale- lettino: luce spenta e il cubo luminoso con i suoni della natura e la ninna nanna. Ora che è più grandicella inizia anche a giocarci, quindi ci divertiamo a cambiare i colori e le immagini che riproduce sul muro.
  • Ciuccio. Non ultimo il succhietto. Ultimamente abbiamo testato quello Ultra Soft di Philips AVENT e vista la sua morbidezza è comodo perché ci può giocare prima di addormentarsi e anche se lo perde nel lettino non le fa male. Lo alterniamo con quello luminoso della MAM, comodo per lei e anche per me da ritrovare in piena notte!

E voi? Avete qualche indispensabile per la nanna?

 

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK

 

avatar
Author

Chiara. Neomamma di Diletta, futura moglie di Alessandro, zia alla terza delle twins e di Tommi. Comunicativa per lavoro e per vocazione, non potevo non condividere in rete questa mia nuova vita da mamma

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: