Pannolini i trucchi per risparmiare su questo accessorio indispensabileRisparmiare sui pannolini si può. Ecco come.

La nascita di un figlio comporta una gioia immensa in tutte le famiglie e un cambiamento radicale per i genitori. Tra le varie cose, cambia anche il bilancio familiare: non è per essere venali, ma l’arrivo di un bambino piccolo comporta costi notevoli… se poi sono due o più… !!

C’è una voce in particolare che più di tutte contribuisce a innalzarla: quella per i pannolini. Per fortuna noi siamo fuori dal tunnel ormai da un pezzo ma voi mamme che avete gemelli ancora piccoli, siete sempre alla ricerca di soluzioni per ridurre questo costo il più possibile.

Ci sono alcuni accorgimenti che potete adottare per risparmiare sui pannolini, ecco quindi tre modi per limitarne l’utilizzo e diminuirne quindi il peso sulla spesa.

Ridurre gli sprechi e la spesa

La prima missione di una mamma, infatti, dev’essere di ridurre l’utilizzo e il costo dei pannolini.

Nel primo caso vi consiglio di intervenire in modo deciso per tagliare qualsiasi spreco inutile. Potreste ad esempio tenere a mente che, di solito, il pannolino non richiede di essere cambiato prima di 3 o 4 ore. Molte mamme lo cambiano a prescindere dopo aver fatto il bagnetto al bimbo ma, se è pulito e asciutto, può essere tranquillamente riutilizzato.

Passiamo alla spesa e all’acquisto dei pannolini: approfittate delle offerte. Fate però attenzione perché, di contro, rischiate di comprare tonnellate di pannolini che presto scapperanno di misura ai vostri figli. Anche i bimbi nati piccini crescono e recuperano presto peso!

Vi consiglio inoltre di provare pannolini di marche meno note e conosciute. Molti brand non investono in pubblicità ma sono più economici, garantiscono la medesima protezione e offrono anche pacchi prova gratuiti.

Oltre che nei supermercati, poi, i pannolini si possono acquistare anche online su siti come easycoop.com, dove è possibile approfittare degli sconti dedicati ai clienti digitali.

Tenete d’occhio le offerte sui vari e-commerce, selezionate quella più conveniente e fateveli recapitare direttamente a casa. Inoltre sapete bene che andare in giro a fare ricerche, soprattutto in compagnia dei bambini, richiede più tempo ed energie: il web ormai ci dà modo di risparmiare su entrambi i fronti, quindi perché non approfittarne?

Optare per i pannolini lavabili

C’è una risorsa che può rivelarsi preziosa ma non sempre le mamme considerano: si tratta dei pannolini lavabili, che presentano diversi vantaggi.

Chiaramente il costo iniziale è superiore a quello dei comuni pannolini usa e getta, però vi faranno risparmiare sul lungo periodo. Un altro vantaggio sta sicuramente nei loro tessuti, che sono più delicati sulla pelle e causano quindi meno irritazioni rispetto agli altri.

Come si usano questi pannolini? Molto semplice: sono come i pannolini normali solo che, una volta sporchi, vanno lavati in un certo modo. Di solito basta immergerli in un catino con acqua e bicarbonato, a cui va aggiunto un pizzico di detersivo, stando attenti a mantenere basse le temperature.

pannolini lavabili per risparmiare

Anticipare lo spannolinamento

Prima i vostri figli impareranno a usare il vasino, prima potrete togliere dalla vostra lista della spesa la voce dei pannolini!

È chiaro che non dovete forzare i bambini ma è preferibile assecondare i loro tempi ma, se vedete che sono pronti, non aspettate a fare il grande passo, qualunque sia la stagione! La mia nipotina Diletta per esempio ha detto addio al pannolino qualche settimana fa, quindi in pieno inverno.

In fase di spannolinamento potete provare a ricorrere ai pannolini a mutandina, che riducono ulteriormente gli prechi. La mia nipotina li utilizzava da molto tempo e sono stati determinanti nel suo spannolinamento, che è stato rapidissimo, indolore e soprattutto molto naturale.

Vi ricordo inoltre di rendere questi momenti divertenti, magari cantando una canzone o recitando una filastrocca subito dopo aver fatto la pipì: il gioco aiuterà i bambini a prendere confidenza con questa azione così importante.

Un discorso diverso va fatto per la pupù, per cui valgono una serie di considerazioni a parte: qui lo spannolinamento potrebbe rivelarsi più lungo e complesso ma l’importante è avere sempre pazienza. Evitate di sgridare i bambini se non riusciranno a trattenersi, perché rischiereste di mortificarli e di vanificare gli sforzi fatti fino a quel momento.

Insomma, visto che l’arrivo di un figlio stravolge la gestione del budget familiare, perché le spese sono tante, spero di avervi dato qualche consiglio per risparmiare almeno sui pannolini 😉

spannolinamento con il vasino

 

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK E SU INSTAGRAM

 

avatar
Author

Laura. Web dipendente per divertimento e per lavoro. Appassionata di fotografia, moda, make-up, viaggi, disegno e handmade. Da 13 anni "mamma delle gemelle" Nicole e Michelle

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: