GROSSO GUAIO A STUNT CITY

Abbiamo trascorso l’ultimo week-end di maggio a Mirabilandia, dove abbiamo potuto assistere all’inaugurazione di “Grosso Guaio a Stunt City” un adrenalinico stunt show da guinnes dei primati prodotto in collaborazione con Hot Wheels di Mattel.

Un pubblico di duemila persone è rimasto a osservare a bocca aperta le moto e le auto Hot Wheels a grandezza uomo che sfrecciavano facendo numeri spettacolari nell’arena del parco. Nel gran finale ha fatto il suo ingresso trionfale il Loop, il giro della morte più alto del mondo…alto 15 metri, lungo 65 e alto 8, per realizzarlo ci sono voluti 3.500 chili di materiali e ben 1500 bulloni!

Special guest Roby Facchinetti, storico leader dei Pooh, e il figlio Dj Francesco che hanno affiancato il Direttore Generale Giovanni Cavalli e il team di Mattel durante la cerimonia inaugurale, che gli utenti dei social hanno seguito attraverso l’hashtag #MiraCheLoop.

ROBY FACCHINETTI E DJ FRANCESCO

GROSSO GUAIO A STUNT CITY

#Miracheloop

Prima di assistere allo spettacolo ho avuto l’occasione di intervistare proprio Giovanni Cavalli: un passato da Direttore Generale per le catene alberghiere Mariott e Hilton, poi membro del CDA del Gardaland Hotel, Direttore Commerciale e membro del Consiglio Direttivo del parco spagnolo Portaventura, e oggi Direttore Generale di Mirabilandia, il parco più grande d’Italia…

Quante persone mediamente visitano il parco ogni anno?

“L’anno scorso abbiamo chiuso l’anno a 1,6 milioni di visitatori”

L’attrazione più amata dagli adulti?

“Quelle più forti e adrenaliniche, iSpeed e Katun; poi per gli adulti, ma anche per i bambini, ci sono le attrazioni di Dinoland e Bimbopoli, dedicate alla famiglia, che è il nostro target principale”.

Katun vs. iSpeed: una sfida a colpi di?

“A colpi di velocità, di adrenalina e di emozione. E’ come sentirsi in un altro mondo, avendo la sensazione di volare (sono accessibili a partire dai 12 anni d’età e da 1,40 mt di altezza)”.

L’attrazione più amata dai bambini?

“La Casa Matta, una casa che vola nel cielo, che è molto carina e molto amata dai bambini”.

Cosa possono imparare i bambini nella “scuola senza pareti” di Mirabilandia?

“La scuola senza pareti è un programma attivo da tanti anni qui a Mirabilandia: si uniscono la fisica e la matematica al divertimento per capire con una formula il funzionamento di un’attrazione. Prima si prova sui banchi il suo comportamento con l’ausilio dei modellini, poi si sale sull’attrazione per toccare con mano l’esperienza vissuta in aula. E’ un progetto che ha avuto un enorme successo e che si rivolge ai bambini dai 10-11 anni in su”.

Tre motivi per visitare Mirabilandia…

“Mirabilandia unisce la famiglia in un’epoca in cui le occasioni di aggregazione sono difficili, a causa del lavoro e dei diversi impegni; offre prodotti per i bambini, per i teenager e fa tornare bambini anche gli adulti; è situato nella fantastica Riviera Romagnola che è sinonimo di sole, mare e buona cucina. E’ un connubio quasi unico per poter vivere una bella vacanza”.

…E noi abbiamo avuto la fortuna di trascorrere un piacevolissimo week-end all’insegna del divertimento e sperimentando (chi più chi meno!) tutte le attrazioni del parco.

Le twins sono rimaste deluse…perché avendo solo 9 anni non hanno potuto provare l’emozione di iSpeed e Katun e hanno lasciato il piacere adrenalinico al papi, che non si è certo fatto pregare per essere “sparato” direttamente dalla stazione di iSpeed a una velocità da 0 a 100 km orari in 2,2 secondi. E quando gli sarebbe ricapitato di vivere un’esperienza simile a quella della partenza a bordo di una macchina di F1 o di una moto da GP?!

Per nulla scomposto dopo le curve mozzafiato a 120 km/h, non si è lasciato sfuggire l’occasione di fare un viaggio attraverso il tempo e lo spazio a bordo di Katun, l’inverted coaster n.1 in Europa, per una corsa a 110 km/h con le gambe nel vuoto! Vi assicuro che mi faceva paura solo a guardarlo, quindi il salto di 50 metri, seguito da 6 loop a 360 gradi e 2 stargate, lo lascio ai più coraggiosi.

iSpeedKATUN

Katun e iSpeed non sono le uniche attrazioni adrenaliniche di Mirabilandia. Se volete vivere l’emozione di un lancio nello spazio a velocità supersonica e/o di una caduta libera da oltre 60 metri d’altezza, dovete provare Columbia e Discovery, le due free fall tower più alte in Italia che raggiungono i 60 metri. Io e le twins siamo rimaste a terra a osservare il papi che veniva prima “sparato” verso l’alto e poi lasciato cadere da 60 m.

A noi sono rimaste le altre attrazioni, un po’ meno spericolate ma comunque emozionanti. Le più divertenti (anche se non vi nascondo che ero un po’ frenata) sono state Niagara e Autosplash.

Niagara ci ha portati a bordo di un’imbarcazione fino a 27 metri di altezza per poi scendere nell’acqua a 70 km/h creando un’onda strepitosa. Autosplash è un viaggio su un’autostrada acquatica a bordo di una Cadillac che si tuffa da un’altezza di 15 metri. Vi consiglio di munirvi di K-way perché la doccia è garantita su entrambe.

autosplashMirabilandia

Grazie al Flash Pass siamo riusciti a ripetere entrambe le attrazioni una decina di volte in totale, evitando le attese. Il Flash Pass è uno speciale pass formato tessera o braccialetto che permette di accedere a un numero variabile di attrazioni da un accesso privilegiato. Ci sono diverse formule, dalla Gold alla Family, che potete scegliere in base alle vostre esigenze e tutte acquistabili presso l’ufficio informazioni, il servizio clienti o nei negozi del parco.

Le attrazioni per i bambini dai 3 ai 10 anni sono tantissime, alcune richiedono che vengano accompagnati da un adulto ma è senz’altro una buona scusa per un po’ di divertimento extra anche per noi:

  • Blu River: una discesa lungo dei coloratissimi scivoli azzurri a bordo di un canotto a due posti. Formando due equipaggi, potrete sfidarvi a chi arriva per primo al traguardo
  • Max Adventure Masterthai: è un “duelling coaster” di due treni identici, ma di colore diverso, che partono contemporaneamente e che si sfidano, duellando attraverso un tracciato che li vede incrociarsi più volte.
  • Rio Bravo: a bordo di gommoni da 6 posti per un avventuroso rafting fra rapide impetuose (portate il K-way anche qui!).
  • Pakal: un “wild mouse coaster” a bordo di un vagone che corre, scatta, accelera, decelera e frena bruscamente proprio come un topolino impazzito. E’ ambientato in una miniera sudamericana con vagoni a forma di carrellino minerario che vi accompagnano alla ricerca di un favoloso tesoro maya.
  • Reset: un viaggio fra le rovine della metropolitana di una New York post-apocalittica. Una dark ride emozionante, in cui affrontare nell’oscurità mille sfide, armati di futuristiche pistole laser per colpire più target possibili.
  • Bimbopoli: è l’area in cui si concentrano le attrazioni riservate ai più piccoli (altezza massima 90 cm) come la splendida giostra a cavalli su due piani CarouselOttoland, un coloratissimo playground tutto da esplorare; Fantasyland, una misteriosa “fortezza” ricca di intriganti percorsi: le Mini Rapide, un percorso acquatico a bordo di tronchi; il Santa Fe Express, un piccolo trenino dove i bambini potranno salire per un divertentissimo giro attraverso Bimbopoli. E ancora La Casa Matta, una vera e propria casa parlante che si solleva da terra chiacchierando e prendendo in giro i suoi visitatori, e Leprotto Express, il primo ottovolante d’Europa dedicato ai bambini dai 3 anni in su.

Grazie alla partnership con Universal Pictures Italia, a Dinoland, l’area tematica dedicata ai dinosauri, sbarca la nuova epica avventura di Jurassic World che farà vivere a tutti i visitatori le atmosfere e le emozioni del meraviglioso mondo giurassico, che dall’11 giugno vedremo anche nelle sale cinematografiche con l’uscita del nuovo kolossal Jurassic World.

Mirabilandia è un parco completo e in grado di soddisfare le esigenze delle famiglie a 360°, non solo per quanto riguarda il divertimento: nel parco sono dislocati numerosi punti ristoro per tutte le tasche, dal fast-food al ristorante, ma anche aree pic-nic per chi preferisce il pranzo al sacco; i bambini sotto il metro d’altezza non pagano il biglietto mentre fino a 1,40 mt. pagano il biglietto ridotto; il secondo giorno l’ingresso è gratis, quindi potete approfittarne per recuperare le attrazioni che avete saltato il giorno prima; infine, dettaglio da non trascurare, le toilette sono pulitissime, dotate di lavabi ad altezza bambino e fasciatoi per i bebè.

Insomma un week-end di svago puro, all’insegna del divertimento che vi consiglio di fare assolutamente. Da quale attrazione vorreste cominciare?

GROSSO GUAIO A STUNT CITY

#miracheloopRESETeurowheelsautosplash

Segui The Pocket Mama anche su Facebook
avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

4 Comments

  1. avatar

    Siete la felicità personificata 🙂 Si vede che vi è piaciuta Mirabilandia e le ragazze sono bellissime!! Buon fine settimana

  2. avatar

    Noi amiamo i parchi a tema e Mirabilandia è uno di questi. Di solito ci andiamo ogni anno, quest’anno non so però.
    L’anno scorso mio marito vleva fare il l’iSpeed, dopo ben 40 minuti di coda l’hanno bloccato per problemi tecnici. delusione all’ennesima potenza. Riparte, fa di nuovo la file, idem come prima. Torniamo il giorno dopo grazie alla promozione e non andava. Sfortuna nera!!!
    Il bello delle attrazioni con l’acqua è bagnarsi, il kway va lasciato a casa!!!!!!!

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: