parco delle saline di cervia

Quella che voglio raccontarvi oggi non è la Bellaria Igea Marina che già conoscete o che ci si potrebbe aspettare.

Conoscerete tutti Bellaria Igea Marina, località della Riviera Romagnola, attraversata dal fiume Uso, che una volta segnava il confine tra i comuni di Bellaria e Igea Marina. E’ una meta molto frequentata dalle famiglie con bambini, perché è in grado di soddisfare tutte le loro esigenze: ampie spiagge attrezzate, mare con fondale digradante, hotel dotati di tutti i servizi e i confort e, non da ultimo, prezzi per tutte le tasche. Quello che spesso si ignora è che l’entroterra di Bellaria Igea Marina vanta luoghi di grande interesse storico, culturale e artistico anche a misura di famiglia.

Grazie al family blog tour #BIMforkids, organizzato dall’Ufficio del Turismo, ho avuto la possibilità di scoprire insieme alla mia famiglia le bellezze di questo territorio, che voglio condividere con voi.

Tutta la Riviera Romagnola è meta prediletta di molte famiglie, e non solo, soprattutto per l’ospitalità e la cordialità che contraddistinguono le strutture ricettive.

Valori che abbiamo ritrovato anche all’hotel Condor dove abbiamo soggiornato durante il blog tour.

L’hotel sorge nell’isola pedonale di Igea Marina, a due passi dal mare e dal parco del Gelso, il polmone verde della città. E’ gestito dal 1973 dalla famiglia Pagliarani, che offre agli ospiti un ambiente accogliente e confortevole e una cucina con piatti internazionali e ricette della tradizione romagnola.

Simona, Sandra e la loro mamma Norina ci hanno accolti come solo in Romagna sanno fare e il piccolo Max ci ha fatto sentire meno la mancanza del nostro Kiwi, rimasto a casa con i nonni 😉

hotel condor bellaria igea marina

Cosa fare a Bellaria Igea Marina

La maggior parte delle famiglie scelgono di fare vita da spiaggia. A questo proposito vorrei spezzare una lancia a favore di questo tratto di litorale che vanta da sei anni la Bandiera Blu:  con mia grande sorpresa il mare era molto pulito e ben lontano dal ricordo che avevo delle mie vacanze da bambina.

Le spiagge offrono qualunque genere di servizio che una famiglia possa desiderare per le proprie vacanze, dai giochi per i bambini alle attività sportive dedicate ai più grandi. Per chi viaggia con i figli pelosetti a seguito, ci sono anche diverse spiagge pet friendly, che offrono ombrelloni e aree gioco dedicati.

spiaggia bellaria igea marina

Il centro del paese è sempre molto animato, sia di giorno che di sera. L’Isola dei Platani è l’ideale per una pausa ristoro e per lo shopping, soprattutto in occasione dello Street Market, quando i negozi scendono in strada con occasioni imperdibili.

Con i bambini è d’obbligo la tappa in uno dei Luna Park cittadini, che propongono diverse attrazioni anche per i più piccini, e un giro sul trenino che attraversa la città.

Ma oltre a questa c’è anche un’altra faccia del territorio di Bellaria Igea Marina: quella meno convenzionale e più culturale, che spesso le famiglie ignorano, pensando erroneamente che possa essere meno coinvolgente per i bambini.

Durante il blog tour abbiamo visitato luoghi interessanti, che hanno avuto il potere di incuriosire gli occhi critici di due undicenni e di soddisfare il loro desiderio di conoscenza…

La Torre Saracena e il Museo delle Conchiglie

La Torre Saracena sorge nel cuore di Bellaria ed è il luogo ideale per fare un tuffo… nel passato. E’ stata costruita nel 1673 per offrire agli abitanti di Bellaria un rifugio in caso di invasioni e barbarie dei pirati saraceni. Per i bambini in età scolare è interessante conoscere le diverse funzioni che ha assunto nel tempo, fino a diventare più recentemente la caserma della Guardia di Finanza.

La Torre conserva ancora i suoi caratteri originali, tra cui la scala a chiocciola interna ancora utilizzabile. Al piano terra ospita alcune opere di artisti locali che rappresentano le bellezze le territorio, mentre ai piani superiori è custodito uno dei tesori più ricercati dai bambini: una collezione di conchiglie.

E’ un vero e proprio Museo delle Conchiglie che comprende anche una ricca serie di molluschi e scheletri di organismi marini, che accompagnano i bambini alla scoperta del mondo del mare e dell’evoluzione dei suoi abitanti.

Dall’ultimo piano si gode di una vista molto suggestiva del paese e del parco della torre, dove sono esposte le vele, che appartenevano alle famiglie marinare.

La Torre Saracena è aperta dal 10 giugno al 10 settembre tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle 20:30 alle 23:00. L’ingresso è libero e viene offerta gratuitamente la visita guidata.

 

“Noi”. Il museo della Storia e della Memoria di Bellaria Igea Marina

Noi racconta la memoria di Bellaria Igea Marina e del suo mare, dalla storia antica, con le tracce degli insediamenti romani lungo la via litoranea Pompilia, fino ai tempi più moderni, che mantengono viva la tradizione marinara e testimoniano l’esperienza turistico-balneare.

Le mie ragazze hanno seguito attentamente la guida che ha mostrato i resti di un mosaico pregiato del IV secolo d.C., la riproduzione in formato originale della stele romana di Egnatia Chila del I secolo a.C. e i resti di antiche anfore e altri oggetti, che si sono divertite a ricomporre.

Della nostra contemporaneità hanno riconosciuto le vecchie foto del cantante che duetta con Rovazzi… ma sì… quel Gianni Morandi! 😉
Gianni Morandi frequentava spesso Bellaria Igea Marina durante i suoi primi anni di carriera, quando ancora si esibiva nei locali della città e lo si poteva incontrare in spiaggia come un bagnante qualunque.

Nel museo noi invece abbiamo incontrato Lillo, la mascotte di Bellaria Igea Marina, che ci ha fatti tornare tutti un po’ bambini!

Il museo Noi è aperto dal 10 giugno al 10 settembre dalle 20:45 alle 22:45, tutti i giorni escluso il martedì. L’ingresso è libero e si può partecipare gratuitamente alle visite guidate.

Gianni Morandi a Bellaria Igea Marina

La Casa Rossa di Alfredo Panzini

Qui la faccenda, cioè la storia, si fa più seria. Ogni bambino vorrebbe vivere in una casa rossa circondata da un immenso parco, e probabilmente si divertirebbe anche a giocare con tutti gli oggetti che appartenevano allo scrittore Alfredo Panzini, ma la visita guidata della Casa Rossa, vi consiglio di farla solo con i bambini più grandicelli, già  in età scolare.

La Casa Rossa era la residenza estiva di Alfredo Panzini e della sua famiglia, poi divenuta luogo di incontro per amici e letterati, nonché fonte di ispirazione per la sua narrativa del mondo rurale.

Abbiamo ripercorso la sua vita attraverso le stanze della casa. Lo abbiamo immaginato ultimare i manoscritti nel suo studio, mentre la moglie dipingeva, e poi riflettere affacciato alla finestra da cui una volta si vedevano il mare e le colline di Romagna.

La casa è circondata da un immenso parco giardino dove oggi si svolgono eventi musicali e letterari.

La Casa Rossa si Alfredo Panzini è aperta al pubblico dal 10 giugno al 10 settembre dalle 20:45 alle 22:45, tutti i giorni esclusa la domenica. L’ingresso è libero e si può partecipare gratuitamente alle visite guidate.

 

visita alla casa rossa a bellaria igea marina

 

ingresso de la casa rossa di alfredo panzini ceramiche casa rossa alfredo panzini

La Salina Camillone a Cervia

Questo lungo week-end a Bellaria Igea Marina è stata l’occasione per visitare la Salina Camillone a Cervia, che dista solo 17 chilometri.

Il Sale Dolce di Cervia è considerato un bene prezioso, che ha fatto la storia di questo territorio fino a diventare un marchio vero e proprio. Un gruppo di enti locali ha fondato la Società del Parco della Salina di Cervia, finalizzata alla valorizzazione ambientale ed ecologica dell’area delle saline e a far conoscere ai visitatori questo patrimonio.

Durante la nostra visita abbiamo scoperto le origini e la lavorazione del sale integrale marino, che solo nella Salina Camillone viene ancora raccolto a mano nel periodo giugno-settembre. Qui la presenza nei bacini salanti dell’alga dunaliella, che è ricca di licopene e betacarotene, conferisce al sale il tipico colore rosa.

La Salina Camillone può essere considerato un museo del sale aperto, che merita sicuramente una visita insieme ai bambini. Le visite sono gratuite e si svolgono da inizio giugno a metà settembre alle ore 17:00, quando i colori del tramonto rendono il paesaggio ancora più suggestivo. Con un po’ di fortuna si può assistere anche al passaggio dei fenicotteri.

Salina Camillone a Cervia

sale di cervia

parco della salina cervia

visita alla salina camillone a cervia

Santarcangelo di Romagna

Santarcangelo di Romagna è un antico borgo medievale, culla di storia, arte e cultura, a pochi chilometri da Bellaria Igea Marina. Ci vorrebbero almeno due giorni per scoprire tutte le sue bellezze, alcune molto ben nascoste, ma per questioni di tempo abbiamo dovuto concentrare la nostra visita in una mezza giornata.

Sono tante le cose belle che abbiamo visto e fatto a Santarcangelo ma voglio raccontarvele in un post dedicato. Vi anticipo solo che abbiamo imparato anche a fare la piadina romagnola, quindi stay tuned!

santarcangelo di romagna

Un ringraziamento speciale va alla nostra accompagnatrice Sabina, che ha organizzato le nostre visite con la massima ottimizzazione dei tempi, e a Silvana, Una Mamma Green, che con la sua splendida famiglia ci ha fatto compagnia durante il blog tour. Grazie!

 

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK

 

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

avatar
Author

Laura. Donna, quasi moglie, mamma tascabile delle twins, orgogliosa zia di due adolescenti e della polpetta, blogger, creartista e webaholic. Scrivo di me, di loro e di tutto...per non dimenticare niente.

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: