vacanza last minute coi bambiniPartire per un weekend o una vacanza dell’ultimo minuto con i figli sembra impensabile?

Diciamoci la verità, da quando siamo genitori, abbiamo dimenticato quel piacere un pò folle di dire “partiamo questo fine settimana?
Invece, anche se lo sembra, non è affatto difficile partire per una vacanza “mordi e fuggi” insieme ai bambini, né dal punto di vista organizzativo né da quello economico.

Che vogliate farlo per un ponte, durante le festività (perché magari vincolati dalle vacanze scolastiche), o semplicemente per il prossimo weekend, basta imparare ad organizzarsi per riuscire a godersi una bella “fuga fuori città” con tutta la famiglia.
Ma andiamo per ordine:

Innanzitutto dovete decidere “DOVE”

Per prima cosa pensate a dove vi piacerebbe andare e di quanto volete allontanarvi. Se di poco (magari solo in agriturismo, ad un paio d’ore da casa), oppure di parecchio (per esempio in una capitale europea).

Scelta la destinazione, il secondo passo, importantissimo, è decidere dove dormire e soprattutto il tipo di soggiorno che fa al caso vostro. Ad esempio, se avete bambini molto piccoli (magari nella complicatissima fase dello svezzamento) vi farà sicuramente più comodo scegliere un appartamento con cucina, oppure un family hotel con baby room o col ristorante interno che prepara pappe e baby menù. Se invece avete figli più grandicelli, potete già “osare”con i B&B (che offrono camera e colazione) che sono decisamente più economici, ma contemplano pranzi e cene fuori.

Una volta che vi siete chiariti le idee, potete scegliere la struttura di soggiorno (quella che vi piace di più e anche in base a quanto volete spendere). Ormai farlo è facile e veloce, anche pochi giorni prima di partire, utilizzando i portali più noti come Booking o Airbnb.

Quando avete trovato l’hotel, il B&B o l’appartamento che vi piace, prima di prenotare, ricordate di informarvi se:
  • sono presenti lettini, culle e passeggini, spesso disponibili gratuitamente
  • è possibile scaldare latte o tisane di notte in camera o in un area baby
  • il ristorante interno prepara menù-svezzamento o menù- kids e se vanno richiesti in anticipo
  • ci sono giochi/libri a disposizione per i bambini
  • c’è un’area dedicata ai più piccoli (o qualche attività da fare all’interno) in caso di brutto tempo

Poi potete scegliere il “COME”

Una volta stabilito dove andare, dovete decidere “come” raggiungere la vostra meta. Anche per il mezzo di trasporto la scelta dipende dalla distanza da percorrere e da età/abitudini dei bambini.

Se non vi allontanate molto da casa (un’ora o due di distanza) e magari dovete raggiungere un agriturismo in piena campagna, è sicuramente preferibile l’automobile. In genere è un tipo di viaggio ben tollerato dai bambini di tutte le età e, se ci fossero capricci o nervosismi, il percorso è abbastanza breve da superarli facilmente, anche grazie a qualche gioco o qualche canzoncina.

Se invece avete deciso di fare una vacanza last minute coi bambini in una meta mediamente distante, la scelta migliore è il treno. Anche se sembra faticoso – soprattutto con i più piccoli che tendono a volerlo percorrere dalla prima all’ultima carrozza almeno cento volte – con i treni ad Alta Velocità il viaggio è perfettamente gestibile. Basta non dimenticare uno zainetto pieno di giochi, libricini, fogli e pastelli (per i piccoli) o una mappa o un libro che parli della vostra destinazione (per i più grandi) e il tempo scorrerà veloce.

vacanza last minute con i bambini in treno

Per l’acquisto del biglietto, ricordate che i bambini fino a 12 anni viaggiano gratis, con il loro posto assegnato, a carico del biglietto di un adulto. E non dimenticate di monitorare le offerte (week-end e Family) sia delle Frecce di Trenitalia sia dei treni Italo di NTV.

Se invece la vostra scelta è un luogo più lontano o addirittura all’estero – magari per portare i bambini a vedere la Tour Eiffel o l’acquario di Valencia – l’unica scelta possibile è l’aereo. Sulla maggior parte delle compagnie aeree i bimbi sotto i 24 mesi d’età non pagano il biglietto. Quelli fino a 12 anni non compiuti, hanno uno sconto. Per quel che riguarda “l’intrattenimento”
durante il volo, valgono gli stessi consigli elencati per il viaggio in treno, ricordando però che lo spazio a disposizione sull’aereo è minore.

Anche per la scelta dell’aereo è sicuramente più semplice cercare la soluzione su un portale di offerte interessanti, che proponga voli a prezzi vantaggiosi anche per le vacanze brevi.

Parigi con i bambini

A questo punto dovete decidere “QUANDO”!

Informatevi sulle condizioni meteo, scegliete dove dormire, prenotate treno o aereo, infilate vestiti e giochi (pochi) in valigia, e partite. E non rinunciate mai più al piacere un pò folle di partire per una vacanza “mordi e fuggi” anche con i bambini!

 

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK

 

avatar
Author

Editor Guide di Around Family, magazine di destinazioni e ispirazioni di viaggio per famiglie. Da 47 anni ottimista per natura e, da dieci, creatrice di contenuti per il web. Attiva nel Social Networking e nel Social Media Marketing, geneticamente portata per il lavoro in team e, non meno importante, mamma e artigiana.

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: