Category

FIGLI

Category
mal di primavera cos'è e come affrontarlo

L’abbiamo attesa, desiderata e sognata e finalmente domani busserà alle nostre porte: benvenuta primavera!
Un’effimera anticipazione ci aveva fatto godere di temperature più piacevoli già a febbraio ma poi l’inaspettato arrivo della neve ha mandato in frantumi ogni nostra illusione di poter salutare l’inverno. Ora non sappiamo esattamente cosa aspettarci ma dobbiamo prepararci per affrontare al meglio il cambio di stagione.

come scegliere la scuola media

L’anno scorso in questo periodo stavo completando online l’iscrizione delle twins alla scuola media.
Prima del fatidico click di invio, avevamo partecipato a diversi open day, che ci sono stati molto utili per fare i dovuti confronti e arrivare alla nostra scelta. Le possibilità erano svariate e ultimamente mi avete chiesto in tante come abbiamo fatto a orientarci nella giungla delle scuole secondarie di primo grado per poi giungere a una decisione che si è rivelata quella giusta.

letto montessoriano con un incredibile materasso

Quando Dilettina non è più entrata nella culla next to me siamo passate al classico lettino con le sbarre. Questo è coinciso con il ritorno dalle vacanze estive e Diletta aveva sette mesi. Abbiamo messo in camera nostra un lettino bellissimo, montato con entusiasmo e – diciamolo- anche con qualche difficoltà dal nostro papà. Da quel momento Diletta ha smesso di dormire le sue sette ore filate per svegliarsi anche ogni mezz’ora!

cosa regalare alle preadolescenti

Non è semplice decidere cosa regalare alle preadolescenti con la certezza di fare la scelta giusta, o per lo meno apprezzata.
Quella che va dai 10 ai 12-13 anni è un’età molto particolare perché non hanno ancora le idee ben chiare su ciò che vogliono. Ci sono giorni in cui vorrebbero ancora giocare, altri in cui si sentono già grandi.

come dire ai bambini che Babbo Natale non esiste

Purtroppo prima o poi arriverà il terribile giorno in cui i vostri figli vi domanderanno ” É vero che Babbo Natale non esiste?”.  Succede anche nelle migliori famiglie e dobbiamo farcene tutti una ragione! Non dipende da voi – sempre che non vi facciate cogliere sul fatto! – ma è più che naturale che, crescendo, un bambino inizi a porsi delle domande.