rientro a scuola indolore e inodoreIl nostro back to school indolore e… inodore!

La scuola è iniziata da due settimane e noi siamo ormai a regime.

Dopo tre mesi di sole, mare e sconfinata libertà, il rientro a scuola è sempre traumatico per i ragazzi… ma anche per i genitori. Personalmente non avevo mai vissuto male come quest’anno l’idea della prima campanella di settembre… nemmeno quando sui banchi di scuola ci dovevo tornare io.

Forse ho vissuto il back to school delle twins con un pizzico di ansia in più, perché hanno molti più impegni di quanti ne avessi io e la gestione del tempo è decisamente più complicata. Poi aggiungiamoci il carico da novanta: gli esami di terza media… che penso non mi faranno fare sonni tranquilli da qui a giugno 2020!

Nonostante tutto, ho cercato di rendere il rientro a scuola delle ragazze meno traumatico possibile, adottando alcuni accorgimenti che voglio condividere con voi.

Il nostro rientro a scuola indolore.

Al momento sembra procedere tutto per il meglio, quindi posso dire che il nostro ritorno a scuola è stato indolore. E visto che l’esperienza, anche quella degli altri, insegna, vi voglio raccontare come ci eravamo preparate per questo back to school. Spero che le nostre dritte possano tornarvi utili per il prossimo anno.

La cosa più importante è finire tutti i compiti delle vacanze.

Può sembrare una banalità ma tanti ragazzi iniziano la scuola con i compiti ancora da finire. Le vacanze sono fatte per riposare e divertirsi ma la pigrizia fa partire già in svantaggio. Ecco perché le twins si sono organizzate per finire i compiti un po’ prima dell’inizio della scuola e per tornare in pista con la mente libera, leggera e riposata ma ancora allenata.

E’ fondamentale riprendere i ritmi del sonno con anticipo.

In vacanza i tempi diventano più lenti: la sera si va a letto più tardi e la mattina ci si sveglia con (molta) calma.
Passare da un giorno all’altro da una naturale sveglia a mezzogiorno a una obbligata alle 6:40 è a dir poco traumatico. Ecco perché abbiamo giocato d’anticipo e iniziato a riprendere il ritmo qualche giorno prima del rientro a scuola. Il corpo e la mente si sono gradualmente abituati ai nuovi ritmi e abbiamo evitato di partire già con un debito di sonno.

Attenzione ai libri di testo!

Iniziare l’anno con tutti i libri di testo a disposizione per compiti e studio aiuta a ottimizzare i tempi. L’anno scorso abbiamo fatto il primo mese di scuola senza un libro, che era in ristampa, e questo ci ha creato parecchi disagi: fotocopie da fare, infiniti scambi di messaggi con i compagni e, ovviamente, perdite di tempo.  Quest’anno avevamo ordinato i libri a giugno, appena ricevuto la lista, e a luglio ci eravamo già tolte ogni pensiero. 

Vi consiglio di definire gli orari di utilizzo di smartphone e tablet.

Anche se a volte tornano utili per i compiti, smartphone e tablet sono una continua distrazione. Se durante l’estate noi genitori abbiamo chiuso un occhio sui tempi di utilizzo dei device, con il back to school è bene ristabilire le regole. Le twins accendono i loro telefoni all’uscita di scuola, così le posso rintracciare in caso di bisogno ma, appena arrivano a casa, li consegnano a me. Non vi nascondo che questo è un buon incentivo anche per velocizzarle nei compiti.

definire gli orari di utilizzo smartphoneScegliete con attenzione la colazione e la merenda.

Per partire col piede giusto è necessaria una colazione equilibrata a nutriente. Scegliete alimenti che diano ai ragazzi l’energia giusta per affrontare la giornata senza appesantirli. Lo stesso discorso vale per la merenda da mettere nello zaino: evitate snack che contengono troppi zuccheri e grassi, perché non saziano abbastanza e provocano sonnolenza.

Pianificare le attività settimanali aiuta nella gestione del tempo.

Per organizzare al meglio il tempo dei ragazzi, potrebbe esservi utile un planner settimanale in cui inserire tutti gli impegni scolastici ed extra-scolastici. Con la visione completa di tutte le attività, forse ci si potrà ritagliare anche un po’ di tempo per annoiarsi 😉 Fatemi gli auguri perché il nostro planner non è ancora completo ma so già che alcuni impegni si accavalleranno.

Prendersi cura di se stessi per un back to school indolore e… inodore.

La vita degli studenti è molto frenetica: tra le lezioni, lo studio e le attività extra-scolastiche il tempo sembra non bastare mai e le giornate corrono velocemente. Ci sono però dei momenti che sembrano interminabili: quando il professore fa scorrere gli occhi sull’elenco dei nomi sul registro e quando i fortunati di turno devono sostenere l’interrogazione.

Chi di voi ricorda quelle sensazioni? Si teneva lo sguardo basso sul banco o si rovistava nello zaino come se l’atteggiamento dello struzzo facesse sparire il nome dal registro. Se per sbaglio si incrociava lo sguardo del professore, si avvertiva un brivido lungo la schiena, si iniziava a sudare freddo e il viso si faceva paonazzo. Erano attimi infiniti, di pensieri aggrovigliati e di inutili sforzi atti a contenere il rossore e il sudore che avrebbero rincarato la figuraccia della scena muta.

È una ruota che gira e purtroppo anche i nostri figli devono affrontare quegli stessi terribili momenti. Forse non possiamo risparmiare loro il dolore ma sicuramente possiamo aiutarli a prevenire l’odore 😉

Per la sudorazione abbondante o fastidiosa, il miglior alleato è Dermafresh Ad Hoc.

Una spruzzata di Dermafresh Ad Hoc prima di andare a scuola, fa iniziare la giornata con maggiore tranquillità.
Può sembrare banale ma un’adeguata cura della persona rende i ragazzi più sicuri di loro stessi e pronti per affrontare le situazioni difficili.

L’esperienza di Dermafresh, marca leader nella deodorazione e presente sul mercato della farmacia, ha dato vita a Dermadresh Ad Hoc che, grazie a un meccanismo innovativo, si adatta alle diverse esigenze.

La sua speciale formula è in grado di modulare l’efficacia in base alla produzione di sudore, aiuta a ridurre i cattivi odori legati alla sudorazione, dona freschezza a lungo e aiuta a sentirsi a proprio agio anche nei momenti più difficili. Regola la sudorazione del cavo ascellare, donando un’efficacia deodorante adatta alla situazione e aiutando a neutralizzare il cattivo odore. La sua azione è testata e garantisce una riduzione significativa dell’odore fino a 24 ore dopo l’applicazione.

Dermafresh Ad Hoc è privo di alcool o gas propellenti, quindi rispetta la pelle ma anche l’ambiente. Inoltre mamme potete stare tranquille, perché non lascia macchie né sui vestiti bianchi né su quelli neri.

Le twins lo tengono sempre nello zaino, così in caso di dimenticanza per la fretta, possono sempre correre ai ripari. Inoltre può tornare utile anche dopo l’ora di educazione fisica 😉

dermafresh ad hocOra tocca a voi: com’è stato il vostro rientro a scuola? Avete qualche altro consiglio utile per il prossimo anno?

(articolo in collaborazione con #dermafreshadhoc )

 

SEGUI THE POCKET MAMA SU FACEBOOK E SU INSTAGRAM

 

avatar
Author

Laura. Web dipendente per divertimento e per lavoro. Appassionata di fotografia, moda, make-up, viaggi, disegno e handmade. Da 13 anni "mamma delle gemelle" Nicole e Michelle

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: